Get Adobe Flash player

Il Mondo Invisibile

Per comprendere appieno la Realtà, è necessario accettare che il mondo fisico, reale, è composto di sostanza sia visibile sia invisibile.
Infatti, il mondo fisico come lo percepiamo con i sensi fisici è solamente la manifestazione ultima e più densa di una scala infinita di espressioni energetiche che compongono la creazione divina.

Come l'umanità si evolve, l'interazione visibile/invisibile aumenta. Ciò è vero specialmente per quanto riguarda l'ultimo secolo. Al presente, le interazioni (risonanze) con l'invisibile sono tali e tante che iniziano ad essere accettate da molte persone come parte della natura e della vita dell'uomo.

A volte le risonanza con queste forze non sono di natura gradevole:

  • sia perché la persona evolve, mettendosi spontaneamente in contatto con energie negative verso le quali non è stata educata a proteggersi,
  • sia perché la persona curiosa, non appropriatamente guidata dagli auto-proclamati "maestri" che frequenta, può attivare dei canali energetici ed entrare in risonanza con entità non esattamente positive (anche se queste, per entrare con più facilità nella psiche della persona, all'inizio affermano di esserlo). Classici esempi sono certe entità che si definiscono "cosmiche" e quelle collegate ai cerchi nel grano.

Per queste ed altre ragioni, la conoscenza del mondo invisibile e dei suoi meccanismi sta diventando un imperativo per il benessere psicofisico dell'umanità. Negare questo aspetto della Realtà sarebbe come ignorare che la parte nascosta di un iceberg è fondamentale alla forma della parte visibile.

Vediamo quindi qual'è il paesaggio del mondo sottile...

Gli abitanti del Mondo Invisibile

Nota importante.

Come la consapevolezza dell'individuo aumenta, subentra l'accettazione che la struttura materiale del pianeta e di tutto l'universo ha basi sottili, spirituali. In questo contesto, quando si parla di spiriti o di angeli, non ci si riferisce ad entità collegate alla cultura cattolica, buddista o atzeca, ma alla struttura fisica, sottile, dell'intero pianeta.

Gli esseri abitanti il mondo invisibile possono essere differenziati in tre raggruppamenti: le presenze angeliche, gli spiriti e le anime.

1) Le presenze angeliche sono entità senzienti d'elevato livello energetico, emanate direttamente dalla "mente" di Dio. Esse sono "specializzate", nel senso che sono presenti in ogni attività che collega l'uomo alla sua essenza spirituale. Ne esistono milioni di tipologie.

Ad esempio, abbiamo Angeli Custodi per i bambini e Angeli Guida per gli adulti, l'Angelo della Conoscenza per il sapere umano, o l'Angelo Supervisore di coloro che praticano il Theta Healing.
Queste presenze esistono anche senza l'"approvazione" della mente umana per operare. Ad esempio, anche una persona completamente atea ha il suo Angelo Guida. In questo caso, però, la capacità di "interazione" dell'Angelo con l'umano è severamente limitata.

Per loro natura gli Angeli non hanno mai abitato un corpo umano, né hanno alcuna necessità o curiosità per farlo. Quindi è un errore, come alcuni credono che la propria "nonna, zia, o personaggio famoso" sia il loro Angelo Guida (il che non toglie che, oltre alla Guida, ci possano essere anche queste altre anime ad "aiutare" la persona...).

2) La seconda divisione include tutti gli spiriti ("positivi" o "negativi", a seconda di come questi interagiscono con l'umano). Essi sono entità senzienti, di vari livelli evolutivi, che non hanno mai abitato (né abiteranno mai) un corpo fisico.
Questo raggruppamento include tutti gli spiriti della natura e i numerosi spiriti negativi creati dai vari processi mentali - inconsci - dell'uomo (pochi comprendono che la mente umana ha notevoli capacità creative). A loro volta questi ultimi, tramite il fenomeno di risonanza, interagiscono in maniera pressante e continua con le qualità negative umane, amplificandole notevolmente.

Il_mondo_invisibile023) Al terzo raggruppamento appartengono le anime, entità più o meno senzienti a seconda del livello evolutivo raggiunto. Esse abitano periodicamente una successione di corpi umani "creati" appositamente dalle necessità evolutive dell'anima. La loro crescita e maturazione avviene attraverso l'uso del corpo, della mente e delle emozioni (le cui qualità riflettono la personalità e il livello evolutivo raggiunto dall'anima). Alla fine esse saranno in grado (a velocità diverse) di riunirsi all'Uno dalla quale si erano in precedenza una-alla-volta distaccate (questa è la legge della continua creazione).

L'evoluzione dell'uomo necessita, per crescere, di un corpo e di emozioni

L'evoluzione dell'anima si compie sempre attraverso il meccanismo corpo/mente/emozioni, e mai in assenza di questi elementi. Per questa ragione, appena essa lascia il corpo, è necessario che l'anima lasci l'ambiente terrestre, dove non potrebbe continuare ad evolversi per via della mancanza delle componenti citate.

Se, quando il corpo è in vita, l'anima è guidata appropriatamente da una società consapevole delle priorità spirituali dell'individuo, il processo di distacco dal corpo e dalla mediamente-bassa vibrazione terrestre è relativamente automatico, guidato dal "magnetismo spirituale" che attrae l'anima verso piani vibrazionali più elevati.

Se, al contrario, la mente che esprime quell'anima è imbevuta di valori e di priorità materiali (che, ad esempio, non fanno credere alla persona l'esistenza della propria anima), quando essa si staccherà dal corpo la sua "ignoranza spirituale" la porterà a restare ancorata alle vibrazioni terrestri, incapacitata dalla tenuità del suo magnetismo spirituale a dirigersi verso vibrazioni superiori. L'ancoraggio alle vibrazioni terrestri può anche accadere ad anime evolutivamente giovani (cioè, quelle che hanno iniziato relativamente da poco il loro cammino) quando queste sono rimpiante dai propri cari.
Ciò è spesso il caso di società materialiste come quella italiana.

Frequentemente gli Esseri di Luce commentano che, agli umani che vedono il mondo invisibile (quelli con il terzo occhio aperto), la penisola italiana è talmente popolata d'anime di trapassati da presentarsi come un immenso "cimitero". Dalle presenze medie di anime"erranti" nelle città, si calcola che nel solo territorio italiano esistano circa 250 milioni di esse. Vedi la tecnica di rimozione alla fine di Spiriti e Anime usando l'angelo Hamiel.

Il_mondo_invisibile03Il diverso percorso evolutivo tra gli spiriti e le anime

Gli spiriti non hanno mai vissuto in un corpo fisico, mentre le anime (noi) si evolvono attraverso una lunga serie di "incarnazioni" (brutta parola: preferirei "cicliche materializzazioni in un corpo fisico").
Che piaccia o meno alle persone, queste materializzazioni sono state originate dall'individuo stesso - dalla sua anima - per soddisfare i suoi bisogni evolutivi.

Come facciamo a distinguere tra spiriti e anime e sapere se le sensazioni (quando sgradevoli) che proviamo in un luogo provengono da una o dall'altra categoria?
Semplice. Le anime, a causa della maggiore densità energetica che possiedono, sono in grado d'interagire con la materia, quindi con il nostro mondo fisico.
Per cui esse possono manifestare la loro presenza con maggiore facilità anche ai non sensitivi, producendo suoni, correnti d'aria o lo spostamento di oggetti.
Al contrario, a causa della loro minore densità energetica, alla stragrande maggioranza degli spiriti è preclusa la capacità d'interagire con la materia.

Ogni presenza o concentrazione di anime sulla Terra non solo è un'indicazione che esse non stanno evolvendosi (violando il principio universale "l'energia deve scorrere"), ma è anche energeticamente insalubre per i viventi.
Infatti, la loro presenza appesantisce e abbassa il livello energetico di un luogo, costringendo inconsciamente i suoi residenti ad un maggiore sforzo mentale, emotivo e fisico nell'espletare le proprie attività giornaliere (vedi Anime per il metodo di rimozione delle anime dalla vibrazione terrestre).

Nota

E' curioso che parole simili come Spirito e Spirituale abbiano in realtà significati tanto divergenti tra loro.
Per spirito s'intende ogni entità invisibile, senza corpo, "supernaturale", di natura positiva o negativa, in possesso di vari gradi di consapevolezza.
Per spirito s'intende anche la consapevolezza di una persona (della medium nel Metodo Spirit Action).
Le parole Spirito e Spirituale si riferiscono, invece, al principio divino, immateriale ed immortale, che guida e dà significato all'esistenza dell'Uomo.